La presa di potere dei Talebani a Kabul, dopo trattative con le forze occidentali occupanti, culminate in un abbandono frettoloso di basi militari e ambasciate, ha lasciato parti importanti della popolazione, che aveva iniziato a credere in un presente e in un futuro di libertà, sola, sotto il dominio di una forza politica paramilitare, ben nota per le idee oscurantiste nei confronti di donne, giovani, intellettuali, studiosi, artisti e minoranze etniche. Quello di assassini di massa, di torture e di riduzioni in schiavitù è ben più di un rischio, è la realtà a cui l’Afghanistan sprofonda di nuovo, nella propria quotidianità.

Noi di Cirano Post, insieme a larghe parti della società civile, intendiamo dar voce quotidianamente a una delle nostre sorelle, le vittime più evidenti di questa barbarie, e lo facciamo come sappiamo, ossia scrivendone.

Ci auguriamo che chi può ascoltarci, e può intervenire direttamente, lo faccia con l’organizzazione di corridoi umanitari, con la predisposizione di un’accoglienza diffusa, cui anche noi siamo pronti.


Sana Noori e Basira Murad sono conduttrici di una radio di Jalalabad, città principale dell’Afghanistan orientale, Radio Hamisha Bahr. Raccolgono Read more
Lunedì 20 settembre, presso il PalaLaforgia del Quartiere San Paolo di Bari, HBari2003, squadra barese del basket in carrozzina, ha Read more
Un evento di beneficenza in favore della causa afghana: sarà questa la finalità del concerto che l’Orchestra Filarmonica Pugliese, con Read more
È notizia, confermata da combattenti talebani, né confermata, né smentita dai loro portavoce, che diverse donne, colpevoli di essere adultere, Read more
Pangea Onlus è in prima linea per informarsi, informare, e aiutare concretamente le donne coinvolte nello scempio conseguente l’affermazione dei Read more
La promessa dei talebani di garantire lavoro, istruzione e rappresentanza alle donne si è infranto, dietro la decisione, presa dagli Read more
La smentita della condotta dei talebani, che avevano spergiurato di dare spazio alle donne e in generale ai diritti civili, Read more
Durante le proteste per i diritti civili, soprattutto quelli di genere, acuitesi con l’affermazione dell’Emirato islamico per mano dei combattenti Read more
Oggi commemoriamo una sorella afgana del passato. Nadia Anjuman, nel novembre 2005, ha lasciato una figlia di sei mesi. È Read more