La presa di potere dei Talebani a Kabul, dopo trattative con le forze occidentali occupanti, culminate in un abbandono frettoloso di basi militari e ambasciate, ha lasciato parti importanti della popolazione, che aveva iniziato a credere in un presente e in un futuro di libertà, sola, sotto il dominio di una forza politica paramilitare, ben nota per le idee oscurantiste nei confronti di donne, giovani, intellettuali, studiosi, artisti e minoranze etniche. Quello di assassini di massa, di torture e di riduzioni in schiavitù è ben più di un rischio, è la realtà a cui l’Afghanistan sprofonda di nuovo, nella propria quotidianità.

Noi di Cirano Post, insieme a larghe parti della società civile, intendiamo dar voce quotidianamente a una delle nostre sorelle, le vittime più evidenti di questa barbarie, e lo facciamo come sappiamo, ossia scrivendone.

Ci auguriamo che chi può ascoltarci, e può intervenire direttamente, lo faccia con l’organizzazione di corridoi umanitari, con la predisposizione di un’accoglienza diffusa, cui anche noi siamo pronti.


La smentita della condotta dei talebani, che avevano spergiurato di dare spazio alle donne e in generale ai diritti civili, Read more
Durante le proteste per i diritti civili, soprattutto quelli di genere, acuitesi con l’affermazione dell’Emirato islamico per mano dei combattenti Read more
Oggi commemoriamo una sorella afgana del passato. Nadia Anjuman, nel novembre 2005, ha lasciato una figlia di sei mesi. È Read more
Lucia Goracci è inviata RAI a Kabul, per il Tg3, e ha provato ad intervistare un combattente talebano, che ha Read more
Alla riprova di quanto sia stato ridicolo credere alle promesse dei talebani, sulla rappresentatività delle donne, non solo il nuovo Read more
I divieti nei confronti delle donne, da parte dei talebani che hanno ripreso il controllo dell’Afghanistan, sono ormai tristemente noti: Read more
Hanno fatto il giro del web le immagini della giornalista Cecilia Sala, in forze presso La7, per cui è corrispondente Read more
Abbiamo già parlato di Zahra Ahmadi, imprenditrice fuggita dall’Afghanistan grazie all’intervento del fratello presso la Farnesina. Ahmadi parla dei contatti, Read more
Tra tante storie che, come prevedibile, si stanno moltiplicando nell’Afghanistan ripreso dai talebani, una storia a lieto fine, quella di Read more