Sulle piattaforme arriva “Air”, il film di e con Ben Affleck: un noioso tutorial per ottimi venditori

Presentato al BiF&st 2023 di Bari nella rassegna Anteprime lnternazionali, “Air“, il nuovo film di e con Ben Affleck, verrà in questi giorni lanciato su piattaforma TV per dare modo, a chi l’avesse perso al cinema, di gustare questa lezione “commerciale” comodamente seduto in poltrona.
Sì perché più che un film, “Air” è un ottimo docu-film didattico di sussidio ad un corso professionale che illustra, a chi volesse diventare un perfetto venditore, come realizzare un sogno da una intuizione. Consigliato a “forze vendite aziendali”, illustra la storia, l’evoluzione strategica di un famoso marchio americano di scarpe sportive che, sull’orlo di un tracollo economico, diviene punto di riferimento e di studio di generazioni di analisti di mercato.

Si sa, dietro ogni grande successo vi è una illuminante intuizione frutto, in questo caso, di una doppia incoscienza: puntare su di “cavallo” allora sconosciuto (“tale” Michael Jordan by NBA, siamo negli anni 80 del secolo scorso) ma promettente; assecondare le richieste di una serafica madre da cui imparare i rudimenti di una trattativa determinata e di alto profilo.

Montaggio (un ottimo William Goldenberg) strettamente correlato a colonna sonora fatta di 13 (!) indimenticabili tracce rock anni 80 (fantastico riascoltare i Clash in “Rock the Casbah” e Bruce “The Boss” Springsteen in “Born in the U.S.A.”, of course: that’s America in the Air) tengono in piedi un film a tratti noioso (gli EBIT commerciali sono solo una serie di numeri e quindi disgustosi…) ma la confezione, “l’impiattamento cinematografico” sorreggono questo “Jumpman”-AirJordan Film.

Sia chiaro: non è un film su Michael Jordan, bensì è una pellicola sul capitalismo americano ed i suoi degni e valorosi interpreti. Su tutti, la madre di Michael, una magistrale, come sempre, Viola Davis che incide profondamente e regge in piedi da sola il film con la sua essenziale interpretazione.

Ottimo prodotto quindi da piattaforma televisiva che non deluderà i rispettabili commessi viaggiatori (loro sì veri ed infaticabili macinatori di chilometri) appassionati di cinema.

Dimenticavo di citare, per dovere di cronaca filmica, la presenza registica ed interpretativa di Ben Affleck affiancato da Matt Damon: fatto!
Nulla di più per questo film da dopo cena … aziendale.

Vito Lopez

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.