Rose, Julie e Piazza Prefettura: la folgorazione di Cirano al terzo giorno di Bif&st

Nella terza giornata del Bif&st 2020, il vostro Cirano ha potuto godere di una atmosfera magica ed ovattata in una splendida  Piazza Prefettura (o Piazza Libertà) dove i coniugi Christine Molloy e Joe Lawlor hanno presentato, un po’ emozionati, in anteprima mondiale per il Bif&est, “Rose plays Julie“, di cui sono registi, sceneggiatori e produttori.

Senza svelare la trama che si snoda come un avvincente thriller, diciamo solo che Rose e Julie sono la stessa persona alla caparbia ricerca dei genitori biologici. In particolare della madre Ellen dal passato sofferto. “Perché i miei genitori non mi hanno voluta?” è la domanda di una brillante studentessa di veterinaria che funge da filo conduttore del
film e che troverà risposta nel sofferto finale.

La coppia di registi (irlandesi) non è conosciuta da noi, ma ha alle spalle non pochi lavori ed una certa fama in Inghilterra.
Il film, nonostante qualche concessione di troppo  all’introspezione psicologica, è decisamente di buona fattura e, se ben distribuito, potrebbe anche avere un buon riscontro di pubblico.
Tematica difficile narrata con giusta durezza delle due protagoniste.
A margine i complimenti per l’organizzazione che, con tutte le precauzioni richieste e con l’inevitabile “taglio” del numero degli spettatori, ha regalato alla città una piazza bellissima.

Tonio Longo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.