10 ottobre 2019 – Parlateci di John Belushi

E dunque, il Tribunale dei Minori di Bologna ha riesaminato i casi oggetto di cronaca, spesso imprecisa, -e successiva propaganda di bassa lega- nei mesi scorsi.

Su 100 casi di “presunti” affidi abusivi, in 30 casi è stato deciso l’affido “esplorativo”, che non prevede in alcun modo l’allontanamento dei bambini dalle proprie famiglie.
In 15 casi i giudici hanno accolto la richiesta di allontanamento (sono situazioni familiari difficilissime e quindi, per ovvie ragioni di privacy, non vengono citati i nomi delle famiglie). Di questi quindici, 8 hanno accettato la decisione dei giudici, mentre in 7 casi c’è stata opposizione; e in tutti e 7 i casi, il ricorso è stato respinto dalla sezione minori della Corte d’Appello.

Un riepilogo, dunque, sollecitato dal Ministero, che fa giustizia di tante sciocchezze raccontate.
Un quadro nella norma, rispetto ad altre zone d’Italia.

A destra, purtroppo, sono spesso fatti così: appena leggono una notiziola da cui pensano di ricavare un vantaggio elettorale, si buttano a capofitto e vomitano merda e calunnie; mischiano le cose, capovolgono i fatti, spacciano un Sindaco per “orco”, fanno comizi sul palco spacciando una bimba per “vittima di Bibbiano”.
Non hanno il senso della misura.
Per un po’, ci guadagnano.
Poi, quando la verità viene a galla, spariscono.
E quando alcuni di loro vengono pizzicati dalla Giustizia per le loro calunnie, si lamentano accusando fantomatici “poteri forte”.
I più “guastati di testa” tra di loro di loro sparano e uccidono, come è successo ieri in Germania e come è successo tante volte in tutto il mondo (anche da noi) in nome di una ridicola “supremazia bianca”.

Non esiste alcun “partito di Bibbiano”; non esistono bambini rubati o sottoposti ad elettrochoc, se non nella mente malsana di qualche leghista -o loro simile- o sciacallo da tastiera che gioca sulla pelle dei bambini.
Esistono, purtroppo, dei casi familiari difficili in cui gli organi preposti sono chiamati a compiere scelte dolorose che non sempre possono piacere a tutti, come ogni provvedimento giudiziario, in qualsiasi ambito.

Esistono, invece, quelli che John Belushi fece cadere nel fiume al grido “Io li odio i nazisti dell’Illinois”.
Ecco, parlateci dei Blues Brothers, che è meglio.

LNG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.