A Sannicandro, Sara Bevilacqua racconta la storia e trasmette la forza di Lella, mamma di Michele Fazio, vittima innocente della mafia, con lo spettacolo “Stoc ddo’ – Io sto qua”

Mercoledì 27 e giovedì 28 luglio, nell’Atrio del Castello Normanno Svevo, andranno in scena i due spettacoli della Stagione Teatrale Estiva 2022 del Comune di Sannicandro di Bari in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese.
Entrambi gli spettacoli sono a ingresso gratuito (info: www.teatropubblicopugliese.it).

Il primo appuntamento, oggi, 27 luglio alle 20.30 è con Stoc ddo’ – Io sto qua” della Compagnia Meridiani Perduti con Sara Bevilacqua sulla storia e la forza di Lella, mamma di Michele Fazio, vittima innocente della mafia a Bari. 

Michele Fazio non ha ancora compiuto sedici anni quando viene colpito per errore durante un regolamento di conti tra clan rivali. La vita di Lella, da quella sera, muta radicalmente direzione. Giorno dopo giorno, con la sola presenza di madre ferita, impone le esigenze della giustizia ai clan, denunciando, testimoniando, puntando gli occhi negli occhi di chi vuole imporle il silenzio: io non fuggo, e nemmeno chiudo la porta di casa: “Stoc ddò”. Da dove, Lella, ha tratto la forza per combattere una guerra che non l’ha mai vista abbassare lo sguardo? Dall’esempio di sua mamma, cumma’ Nenette, donna determinata nell’educare i figli alla sostanza delle cose. Dal sostegno del marito Pinuccio, della famiglia e della gente del quartiere. Ma, soprattutto, dal dialogo mai interrotto con Michele, il garzone allegro, l’angelo di Bari Vecchia. Un dialogo, quello con suo figlio, che nessun ostacolo riuscirà mai a impedire, nemmeno la morte.

Domani, 28 luglio alle 19.30, invece, sarà la volta di “Pulcinella Cavaliere per errore” della Compagnia Burattini al Chiaro di Luna di e con Massimiliano Massari, spettacolo per bambini e famiglie consigliato dai 4 anni in su.

Il re, vittima di un incantesimo di una strega molto malvagia, si prepara alle nozze con essa, fissate per il giorno dopo. A palazzo sono tutti disperati per la cattiva sorte del re e di tutto il regno. Il mago di corte, interpellato dal ciambellano, prevede solo una possibilità per sconfiggere la strega e salvare re e regno: il cavaliere bianco. Intanto, in paese, Pulcinella con la banda dei “Chiaconi” suona una serenata alla bella Teresina, vorrebbe da lei una prova d’amore, ma Teresina è restia e si mantiene sulle sue, tanto più che ha un altro corteggiatore. Il ciambellano si imbatte in Pulcinella e credendolo il cavaliere bianco, lo incarica per la missione importante e l’accompagna nell’antro dove vive la strega… Fra canzoncine, lazzi, equivoci e bastonate il divertimento è assicurato.

Il Castello di Sannicandro conferma la sua vocazione ad essere luogo di cultura:  vivo, partecipato, inclusivo. La storia di Michele Fazio narrata da Sara Bevilacqua darà alla nostra comunità la possibilità di confrontarsi sull’importanza dell’impegno  civile in favore delle legalità; i burattini di Massimiliano Massari coinvolgeranno anche i bambini, pubblico attento e con una sensibilità speciale” commenta il Sindaco Giuseppe Giannone, invitando tutti alla partecipazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.