La Fondazione del Teatro Petruzzelli presenta lo strabiliante cartellone ed apre la campagna abbonamenti della Stagione d’Opera e Balletto e della Stagione Concertistica per l’anno 2023

Presentiamo la nuova stagione ed apriamo la campagna abbonamenti con molti mesi di anticipo, non solo perché siamo già pronti, ma perché desideriamo che il pubblico di Bari si abboni alle nostre stagioni, ritrovi la fiducia e partecipi ad un percorso artistico-culturale. Il nostro compito non è esclusivamente quello di portare il pubblico a teatro, magari a rivedere opere che ha già visto e che ama: il nostro compito è quello di allargare la conoscenza del nostro pubblico.” A parlare è Massimo Biscardi, Sovrintendente della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari, che l’Assemblea della prestigiosa Fondazione degli Accademici di Santa Cecilia ha eletto di recente tra gli Accademici Effettivi in quanto riconosciuto tra le figure che “emergono nell’arte musicale, nelle scienze e nelle dottrine ad essa attinenti”, presentando alla stampa il cartellone della “Stagione d’Opera e Balletto” e della “Stagione Concertistica” per il nuovo anno. “Nel 2023, ci sarà un’ulteriore crescita importante del livello degli spettacoli – continua Biscardi – sotto ogni punto di vista. Avremo, tra gli altri, i più grandi registi del mondo tutti insieme, da Michieletto a Laufemberg a Kokkos, geni del palcoscenico del nostro tempo“.

Sarà Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini per la regia di Davide Livermore, il 22 gennaio 2023, ad aprire la Stagione d’opera e balletto, che si comporrà di dieci titoli, tra cui due nuove produzioni della stessa Fondazione Petruzzelli, Turandot di Giacomo Puccini (13 settembre, ancora in via di definizione) e The Rape of Lucretia di Benjamin Britten, per la regia di Yannis Kokkos (15 novembre).

Poi un graditissimo ritorno a grande richiesta, La Bohème di Puccini, per la regia di Hugo de Ana (21 dicembre).

Inoltre, cinque produzioni internazionali firmate dai grandi nomi della lirica: oltre al già ricordato Barbiere di Siviglia, Salomè di Richard Strauss per la regia di Damiano Michieletto (24 febbraio), Attila di Giuseppe Verdi per la regia di Daniele Abbado (21 aprile), Otello di Verdi per la regia di Francesco Micheli (23 giugno), Tannhauser di Richard Wagner per la regia di Patrick Lange (11 ottobre).

Infine, due appuntamenti dedicati alla danza con le mitiche compagnie Les Ballets de Monte Carlo (9 marzo) e Béjart Ballet Lausanne (26 ottobre).

La “Stagione Concertistica 2023” offrirà al pubblico ben 23 appuntamenti con grandi concerti dell’Orchestra e del Coro della Fondazione Teatro Petruzzelli e solisti d’eccezione, top star della scena musicale mondiale, tra cui i pianisti Michail Pletnev, Hélène Grimaud, Alexander Lonquich, Grigory Sokolov, Arcadi Volodos, Alexander Malofeev, Nikolai Luganski, il violoncellista Gautier Capuçon, i violinisti Arabella Steinbacher, Sergey Khachatryan, Kolja Blacher, Alena Baeva, Bomsori, il violista Antoine Tamestit, il clarinettista Jorg Widmann, l’Orchestra Camerata Salzburg, l’Orchestra Concert des Nations, diretta da Jordi Savall, il Sestetto Kolja Blacher, il Quartetto Ébène, l’Ensamble Barocco La Lira di Orfeo con il controtenore Raffaele Pe.

I programmi scelti per i concerti della Stagione 2023 propongono insieme a capolavori assoluti della letteratura musicale, l’esecuzione di opere che più raramente si ha la possibilità di ascoltare nelle sale da concerto come Vita d’eroe di Richard Strauss, la Sinfonia n.9 di Gustav Mahler, la Sinfonia n.9 di Dmitrij Šostakovič, il Salmo IX per coro e orchestra di Goffredo Petrassi e la Sinfonia in fa diesis minore di Erich Korngold.

Da segnalare Dialoghi di rinascita, per coro misto ed elettronica (2021) di Pasquale Corrado, in prima esecuzione pubblica, commissionata dalla Fondazione Teatro Petruzzelli, con la direzione di Fabrizio Cassi e il Concerto per percussioni e orchestra, in prima esecuzione assoluta, commissionato dalla Fondazione del Teatro Petruzzelli al compositore Carlo Boccadoro, solista Filippo Lattanzi (percussioni), diretto da Pascal Rophé.

Sul podio dell’Orchestra del Teatro, in costante allenamento con Hansjörg Albrecht (Direttore Principale Ospite per la Musica sinfonica) e Giacomo Sagripanti (Direttore Principale Ospite per l’Opera lirica) si avvicenderanno i direttori Stefano Montanari, Marc Albrecht, Pascal Rophé, Jordi Bernàcer, Jaume Santonja.

Le Campagne Abbonamenti 2023 cominceranno il primo luglio e andranno avanti fino al 30 luglio (dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00). Dopo la pausa estiva si proseguirà dal 23 agosto fino al 30 settembre (dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00 e la domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.00).
Gli Abbonati alle Stagioni 2022 avranno diritto di prelazione e potranno rinnovare le loro tessere al Botteghino del Teatro. Chi desidera rinnovare l’abbonamento con bonifico bancario potrà farlo, sempre a partire dal primo luglio, scrivendo una mail a botteghino@fondazionepetruzzelli.it, indicando nome del titolare dell’abbonamento, turno di abbonamento, settore e posti, numero di abbonamenti ed eventuali riduzioni. Alla successiva conferma della biglietteria del Teatro, bisognerà allegare la ricevuta di versamento del bonifico bancario. Le coordinate bancarie saranno indicate dal botteghino. I nuovi abbonamenti potranno essere acquistati sia direttamente al Botteghino, sia online sul sito

www.vivaticket.it.
E-mail: botteghino@fondazionepetruzzelli.it
Telefono: 080.9752810.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.