La Fondazione Petruzzelli ospita l’attesissimo concerto dei 12 violoncelli dei leggendari Berliner Philharmoniker

Dodici stelle del firmamento musicale illumineranno questa sera la cupola del Teatro Petruzzelli di Bari: infatti, nell’ambito della Stagione Concertistica 2022, oggi, venerdì 22 aprile alle ore 20.30 la Fondazione Petruzzelli ospiterà i 12 violoncelli dei Berliner Philharmoniker, un ensemble che può, giustamente, essere definito unico nel proprio genere.

La formazione, famosa in tutto il mondo per la sua strabiliante abilità, è composta da Joan Bachs, Bruno Delepelaire, Christoph Igelbrink, Solène Kermarrec, Stephan Koncz, Martin Löhr, Martin Menking, David Riniker, Nikolaus Römisch, Dietmar Schwalke, Uladzimir Sinkevich, Knut Weber.

Naturalmente ogni orchestra sinfonica ha al suo interno una sezione di violoncelli, ma solo quella dei Berliner Philharmoniker genera un gruppo indipendente e compatto, una sorta di “orchestra nell’orchestra”.
Sin dalla loro fondazione avvenuta nel 1972, i 12 violoncelli dei Berliner Philharmoniker hanno saputo conquistare il pubblico di tutto il mondo con il loro straordinario suono e il loro virtuosismo unico, raccogliendo ovunque successi su successi e diventando rapidamente una vera e propria istituzione musicale. Si sono esibiti nelle più importanti e prestigiose sale da concerto praticamente in tutto il mondo, assumendo talvolta il ruolo di “ambasciatori musicali” della città di Berlino e spesso in occasioni molto speciali, di grande spessore culturale ed istituzionale.
Hanno infatti suonato per il Presidente degli Stati Uniti nel corso della Conferenza sull’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa che si è tenuta a Budapest, hanno poi accompagnato l’ex presidente Richard von Weizsäcker in visita ufficiale in Svezia e sono stati più volte invitati ad esibirsi in concerto direttamente dagli Imperatori del Giappone. Molti i compositori contemporanei che hanno scritto appositamente per loro, come Arvo Pärt, Sofija Gubajdulina, Wolfgang Rihm, Peter Eötvös, Kaija Saariaho, Tan Dun, Frangis Ali-Sade, Wilhelm Kaiser-Lindemann, Christian Jost, Iannis Xenakis, Julius Klengel, tra gli altri.

Per il concerto barese è previsto un programma ricchissimo: Hymnus, per 12 violoncelli, op. 57 di Julius Klengel, Aubade, per 12 violoncelli di Jean Francaix, Catch me if you can, dalla colonna sonora del film omonimo, per 12 violoncelli di John Williams (arrangiamento di. David Riniker), La strada, dalla colonna sonora del film omonimo, per 12 violoncelli di Nino Rota (arrangiamento di Wilhelm Kaiser-Lindemann), Clap yo’ hands, tratta dal musical “Oh Kay!” del 1926, per 12 violoncelli di George Gershwin (arrangiamento di Michael Zygutkin), Caravan, per 12 violoncelli di Juan Tizol/Duke Ellington (arrangiamento di Wilhelm Kaiser-Lindeman), Twelve angry men, per 12 violoncelli di Brett Dean, Fleur de Paris per 12 violoncelli di Henri Bourtayre (arrangiamento di Ludwig Quandt), Sous le ciel de Paris, dalla colonna sonora del film omonimo, per 12 violoncelli Hubert Giraud (arrangiamento di Wilhelm Kaiser-Lindemann), Don Augustín Bardi di Horacio Salgán per 12 violoncelli (arrangiamento di David Riniker), Escualo, per 12 violoncelli di Astor Piazzolla (arrangiamento di David Riniker), Fuga y Misterio, per 12 violoncelli di Astor Piazzolla (arrangiamento di José Carli).

I biglietti per tutti gli spettacoli della Fondazione in programma fino al mese di giugno sono disponibili al botteghino del Teatro Petruzzelli (aperto dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00 e la
domenica dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 19:00) e su www.vivaticket.it.
Per gruppi composti da un minimo di 15 persone è possibile effettuare una prenotazione scrivendo all’indirizzo prenotazionegruppi@fondazionepetruzzelli.it.
Per l’accesso a tutti gli spettacoli in programma al Teatro Petruzzelli è necessario esibire il Super Green Pass in corso di validità.
E-mail: botteghino@fondazionepetruzzelli.it Telefono: 080.9752810 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.