“Tutte casa, letto e chiesa” di Franca Rame e Dario Fo in scena a Foggia nell’allestimento del Centro di Ricerca Teatrale “La Bottega dell’Attore” per raccogliere fondi in favore della popolazione Ucraina colpita dalla guerra

Tre pièce teatrali rappresentate da tre donne esilaranti, diverse e coinvolgenti, raccontano la propria quotidianità costellata di violenze e soprusi. Tre testi sulla condizione della donna, sulle servitù sessuali della donna e sui paradigmi di certa società maschilista, il tutto in chiave comica, grottesca, si ride e tanto, ma alla fine resta addosso una grande amarezza.

Tutte casa, letto e chiesa“, l’opera teatrale scritta nel 1977 da Franca Rame e Dario Fo, andrà in scena in anteprima nazionale giovedì 21 aprile 2022, ore 21,00, presso il Teatro del Fuoco di Foggia nell’allestimento del Centro di Ricerca Teatrale “La Bottega dell’Attore; l’appuntamento ha anche una valenza sociale dato che parte del ricavato sarà devoluto in favore della popolazione Ucraina colpita dalla guerra.

Il testo continua a fare la storia del teatro perché è ancora capace di parlare e illuminare generazioni di donne e uomini, ragione per cui continua a mantenere inalterata la sua portata sociale e la sua forza comica, attraverso il ritratto di tre donne.  

“Una donna sola”, interpretata da Maurizia Pavarini, è una casalinga alle prese con una famiglia che la tratta come una domestica, un cognato maniaco sessuale, un vicino guardone e un molestatore  telefonico. Lei ha tutto, meno la cosa più importante: essere rispettata dai maschi di casa come una persona, non solo usata come oggetto sessuale e come domestica.

“Abbiamo tutte la stessa storia”, con Marina Savino, parla di una donna eternamente sottomessa all’uomo durante l’atto sessuale, che nonostante tutto si batte per essere rispettata in casa, per la strada, sul posto di lavoro, e non vuole essere trattata in modo paternalistico, come spesso succede.

“Il risveglio”, affidata alla recitazione di Carine Bizimana, narra di un’operaia sfruttata in fabbrica dal padrone multinazionale, in casa e a letto dal marito. In questo testo sono condensati molti dei luoghi comuni della sessualità femminile, male usata, del “non rispetto” che ha il maschio per la donna.

All’iniziativa benefica hanno aderito: Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, Lions Club Foggia Federico II di Svevia, Fidapa BPW Italy Distretto Sud Est Foggia Capitanata, Soroptimist International Club Foggia e la Provincia di Foggia con la concessione del Teatro.  

Info prenotazioni: +39 320 4942174 – teatrostudiodauno@gmail.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.