La nuova settimana di appuntamenti teatrali organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese nei nostri Comuni

Proseguono le stagioni teatrali nei Comuni soci del Teatro Pubblico Pugliese in tutta la regione da oggi, sabato 26 marzo, a domenica 3 aprile.

Questa sera, sabato 26 marzo a Canosa di Puglia (Teatro Lembo, ore 21) Carlo Buccirosso sarà a teatro con “La rottamazione di un italiano perbene”.
A Novoli è in programma “L’uomo calamita”, scritto e diretto da Giacomo Costantini per Circo El Grito che intreccia i suoi sentieri con Wu Ming Foundation in uno straordinario spettacolo di circo contemporaneo, illusionismo, musica.
Martina Franca (Piccolo Teatro Comunale Valerio Cappelli, ore 21) sempre oggi, 26 marzo c’è Pino Strabioli, attore e regista teatrale, conduttore ed esperto televisivo, che interpreterà “Sempre fiori, mai un fioraio!”, tratto dall’omonimo libro: un omaggio al brillante attore fiorentino Paolo Poli per raccontarne il genio che con naturalezza, irriverenza, coraggio e sfrontatezza ha attraversato il Novecento diventando punto di riferimento non solo della storia teatrale di questo Paese.
Mentre a San Severo (Teatro Verdi, ore 21) ci sarà la performance di teatro, musica e danza de Il Balletto del Sud in “Le quattro stagioni” con le coreografie di Fredy Franzutti che utilizza le stagioni per riflettere sulle fasi della vita dell’uomo.
Putignano, invece, (Teatro Comunale, ore 21) in scena la danza con “Nubivago” a cura di Equilibrio Dinamico Dance Company, la compagnia fondata dalla coreografa Roberta Ferrara, con quattro diverse esibizioni collegate in un’unica serata “Equal to men”, “Tutto nel segno di lei”, “Walking and Talking” e “Continuum”.
Gioia del Colle ci sarà“Sarah Jane Morris in Trio”, con Sarah Jane Morris, una delle più raffinate e meno formali cantanti degli ultimi anni, in trio con i chitarristi Tony Remy e Tim Cansfield, celebrerà il concetto di libertà usando il linguaggio che le è più congeniale, quello della musica, accostando ritmi jazz, blues, rock e africani.
Melendugno (Nuovo Cinema Paradiso, ore 21) ci sarà “Quegli strani amici di famiglia” di e con Massimo Giordano, Carla Guido, Fabrizio Saccomanno. In scena un trio di attori salentini con tre temperamenti diversi ma che raccontano, in dialetto, all’unisono scorci interessanti e autentici della nostra realtà e, in fin dei conti, dell’umano in generale.
Barletta (Teatro Curci, ore 21.15 – ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria al botteghino nelle giornate di apertura) per il 26 marzo è previsto un nuovo spettacolo. Si tratta di “Centoquarantuno (ovvero l’ultimo inganno mozartiano)” uno spettacolo di narrazione musicale per voce narrante e pianoforte a quattro mani scritto e diretto da Michele De Candia con Michele De Candia e Vito Cofano offre una suggestiva finestra sulla vita di Mozart dopo la sua presunta morte. Tra narrazione, musica dal vivo, leggenda, realtà, colpi di scena e un pizzico di ironia, i due pianisti vestono i panni di due grandi musicisti.

Domenica 27 marzo sempre a Barletta (Teatro Curci, ore 18.30), per la 38.ma stagione concertistica – associazione cultura e musica G. Curci, è in calendario l’appuntamento con Mario Incudine in “Mimì” con la regia di Moni Ovadia. Un viaggio. Da Sud a Sud. Sulle note delle canzoni di Domenico Modugno, quelle legate alla Sicilia, a una terra che lui ha adottato perché, come gli disse Frank Sinatra: “Fingiti siciliano! La Sicilia la conoscono tutti, tutti sanno dov’è e poi il dialetto è molto simile al tuo, al pugliese. Fingiti siciliano e conquisterai il mondo!”. Uno spettacolo in cui Mario Incudine e Domenico Modugno ci raccontano un mondo che cambia, che lotta, che sogna, che sfida convenzioni e stereotipi.
Corato (Teatro Comunale, ore 19) è in programma invece Tony Marzolla con il suo “Cosmic” , regia di Antonella Carone e Tony Marzolla, in cui con uno stile leggero e irriverente che richiama la stand-up comedy, Tony Marzolla racconterà di questioni scientifiche con chiarezza e semplicità, risolvendo la complessità coSmica in comica: s’addentra nelle nuove frontiere della ricerca e delle missioni spaziali; reinventa scenari scientifici con uno stile giocoso e surreale, tra buchi neri e cunicoli spazio temporali; immagina incontri tra sonde e s’approccia al revisionismo dei Terrapiattisti, costruendo di volta in volta universi ludici dei quali è paladino.
E ancora, sempre il 27 marzo, a Ginosa (Teatro Alcanices, ore 21) “Nilde mia” con Silvia Lodi, il nuovo spettacolo della regista Paola Leone sui diritti delle donne e su quanto ancora c’è da fare per raggiungere la parità di genere. Un omaggio alla politica di Nilde Iotti, un riconoscimento alla sua pratica politica e al ruolo che le donne hanno avuto nella nostra storia del nostro paese.
E infine, a San Vito dei Normanni (Teatro Tex, ore 21) è in programma il primo spettacolo della stagione teatrale 2022 del Comune di San Vito in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese ospitata sul palco del Tex, il teatro creato all’interno del laboratorio urbano Ex Fadda. Emblematico il titolo scelto: “Un’altra vita” a cura della compagnia Creatura/DanceResearch con musica in live set di Trevize.

Il 29 marzo a Cisternino (Teatro Paolo Grassi, ore 21) andrà in scena “Narciso 2020. Ovvero la vera storia di un giovane dei nostri tempi” con una regia firmata da Carlo Formigoni, premio alla carriera teatrale 2021 del Teatro Pubblico Pugliese. Uno spettacolo basato su un recente fatto di cronaca che induce a porci fondamentali domande su tabù infranti.
Taranto (Teatro Fusco, ore 20 ingresso libero con prenotazione necessaria) è invece in programma un evento speciale: un reading letterario di Angelo Mellone “Questo solo ti posso dare”.

Da martedì 30 marzo inizia a Foggia il tour di Michele Placido che sostituisce Alessandro Haber in“Morte di un commesso viaggiatore” di Arthur Miller con la regia di Leo Muscato, che rappresenta senza alcun dubbio la Grande Commedia Americana, quella che gli americani sentono come più autenticamente “loro”: la storia di un sogno; la storia di un piccolo uomo e del suo sogno più grande di lui. Lo spettacolo sarà al Teatro Giordano anche il 31 marzo (sempre alle ore 21) e si sposterà poi a Barletta dal 1° al 3 aprile (Teatro Curci, ore 21.15 venerdì e sabato e ore 18.30 domenica).
E ancora, 30 e 31 marzo a Lecce e poi a Bitonto (sempre alle 21) è in programma “Eleganzissima” di e con Drusilla Foer.
Sempre da martedì 30 marzo arriva in Puglia, a Fasano (Teatro J.F. Kennedy, ore 20.30) “Bloccati dalla neve” con l’attore, comico, conduttore televisivo e cantante italiano Enzo Iacchetti insieme a Vittoria Belvedere per la regia di Enrico Maria Lamanna, scritto durante il primo lockdown del 2020 da Peter Quilter, autore delle commedie di successo Glorious! ed End of the Rainbow. Quest’ultimo testo è stato adattato per il film Judy (2019), premiato agli Oscar. Lo spettacolo sarà poi a Nardò il 31 marzo (Teatro Comunale, ore 21). 
Sempre il 30 marzo a Mola di Bari andrà in scena “L’ultima replica. Il canto del cigno” (Teatro Van Westerhout, ore 21) di e con Domenico Clemente, una riflessione sulla vita a partire dal mestiere dell’attore.

Il percorso di una persona attraverso la fama può diventare una parabola nella quale più persone possono riconoscersi: questo è il tema centrale di “Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio” di Nicola Borghesi e Lodo Guenzi, in scena il 1° aprile a Francavilla Fontana (Cinema Teatro Italia, ore 21), il 2 aprile a Corato (Teatro Comunale, ore 21) e il 3 aprile sempre a Mola di Bari (Teatro Van Westerhout, ore 21).

Il 1° aprile Massafra ospiterà invece Debora Villa in “Venti di risate” (Teatro Spadaro, ore 21) che festeggia i 20 anni di carriera della sua protagonista. Lo spettacolo sarà anche a Martina Franca (Piccolo Teatro Comunale Valerio Cappelli, ore 21) il 3 aprile.
Ceglie Messapica (Teatro Comunale, ore 21) ci sarà “Fratelli…ma non troppo” con Fabrizio e Federico Sansoni: fratelli nella vita e sul palco diversissimi tra loro, che quando smettono di litigare, guardano la realtà che li circonda e sentono un irrefrenabile bisogno di … chiedere per un amico.
Galatina (Teatro Cavallino Bianco, ore 20.45) in scena Balletto del Sud con “Serata romantica” idea e regia di Fredy Franzutti.

Sabato 2 aprile a Ostuni (Teatro Roma, ore 21)ci sarà Nichi Vendola con il suo “Quanto resta della notte”.
Novoli (Teatro Comunale, ore 21) è in programma “Il Minotauro” di Gaetano Colella con Roberto Anglisani e le musiche Mirto Baliani per la regia di Maria Maglietta. Il progetto nasce dall’intento di affrontare il tema della diversità, cercando di non restringere questo tema ad una diversità specifica, ma di parlare della diversità in una forma archetipa.
Lecce andrà in scena “Dei figli” (Teatro Apollo, ore 21) con Mario Perrotta.
Gioia del Colle ci saranno Giorgio Pasotti e Mariangela D’Abbraccio con “Hamlet” (Teatro Rossini, ore 21).
San Vito dei Normanni (Tex – il teatro dell’Ex Fadda, ore 19) “Armando. Lettere (R)esistenti” con Enrico Vezzelli per la regia di Enrico Messina. Una storia vera che unisce tre generazioni e partendo dal ritrovamento di alcune lettere racconta l’orrore della guerra e della tirannia con la leggerezza e lo sguardo un po’ fuori luogo del clown. Lo spettacolo è uno spettacolo per famiglie.

Per il teatro dei ragazzi, domenica 27 marzo Bitonto (Teatro Traetta, ore 18) è in programma “La principessa sul pisello” di Teatri di Bari con testo e regia di Lucia Zotti. La ‘principessa’ è una ragazza coraggiosa e paziente, che ha imparato a ‘vedere’ attraverso l’illusione. Il principe è un giovane smarrito nell’ombra di una madre-regina iperprotettiva e invadente.
Novoli (Teatro Comunale, ore 17.30) “Peter e Wendy” che con la sua magia condurrà gli spettatori nel tempo che sfugge al nostro richiamo e che a volte si ferma, alla ricerca delle esperienze che ci fanno diventare grandi senza volerlo e troppo presto. Regia di Tonio De Nitto per Factory Compagnia Transadriatica.

Domenica 3 aprile a Galatone (Teatro Comunale, ore 18) ci sarà la compagnia Salvatore della Villa con “Incantesimi. Fiabe e leggende della Terra d’Oriente” un percorso nel mondo delle fiabe di Puglia. Sono racconti della tradizione che, per tradizione, intrecciano vicende e contesti popolari con personaggi nobili o fantastici.
Torremaggiore (Sala del Trono del Castello Ducale, ore 18.30) “L’elefante smemorato e la papera ficcanaso” di e con Daria Paoletta e Raffaele Scarimboli.
Nardò (Teatro Comunale, ore 17.30) ci sarà “Sogno” ideazione e regia di Beatrice Ripoli.
Corato (Teatro Comunale, ore 18) ci sarà “Costellazioni. Pronti, partenza…spazio!” di Sosta Palmizi e I Nuovi Scalzi.
Mattinata (Teatro Scuola Elementare, ore 18.30) andrà in scena “Il fantasma di Canterville”.
Novoli (Teatro Comunale, ore 17.30) è in programma “Topo Federico racconta” di e con Roberto Anglisani.

Info: www.teatropubblicopugliese.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.