Il progetto “FARE – Futuro d’autore” organizza quattro incontri all’Officina degli Esordi di Bari con autori di libri che raccontano di indagini, mafie e recupero

Diverse letture, diversi scenari, diverse opportunità.
Con la presentazione di quattro libri che raccontano della genesi della criminalità sino all’inizio di una nuova vita, prosegue a Bari “FARE – Futuro d’autore”, un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e che vede come capofila l’Istituto Redentore. Il progetto si svolge tra Bari Bitonto Giovinazzo e Molfetta e si pone l’obiettivo di insegnare ai ragazzi a rischio, il modo di svincolarsi da un destino che per loro sembra già tracciato. Quattro incontri, tutti all’Officina degli Esordi in via Francesco Crispi 5 a Bari, che raccontano al pubblico di indagini, di mafie e di recupero.

I primi due appuntamenti, il 14 e il 22 dicembre 2021, alle ore 18.00, vedono protagonisti i libri di Domenico Mortellaro e Nunzio Smacchia, entrambi pubblicati dalla casa editrice Radici Future.
Il primo, oggi martedì 14 dicembre, è “Bari Calibro 9”. La storia della camorra barese che da quarant’anni, spesso nel silenzio e nell’indifferenza generale, soffoca tante ambizioni e tarpa le ali a Bari e alla sua cittadinanza. Inonda le strade di droga, infiltra le economie, strangola il commercio. Insieme con questa analisi, un pezzo di storia di Bari: una città cresciuta tra sogni sfavillanti e risvegli amari. E la storia di tutti i pezzi di questa città lasciati indietro o gettati lontano.

Il secondo titolo, che sarà presentato il prossimo mercoledì 22 dicembre sempre alle 18.00, è “Le verità nascoste. Il caso di John Lafayette” un thriller che ha il ritmo del cinema e le pause della letteratura. Il ritorno di Cosimo Rago, criminologo esperto, meditabondo, formatosi all’Accademia di Quantico (Virginia), chiamato a risolvere un caso di scomparsa, quella di un ragazzino di 12 anni. Il thriller si svolge tra gli Stati Uniti e Italia: tra Quantico, Washington e Bari. La narrazione scorre intorno alla vita amorosa del personaggio principale e viene stravolta da una serie di colpi di scena che sorprenderanno il lettore. Acuto e raziocinante profiler, Cosimo Rago vive il lutto di sua moglie Caterina, che lo ha lasciato con una bambina da crescere e un border collie bianco e nero, in una scissione tra la verticalità del lavoro e l’orizzontalità dei rapporti amorosi. Almeno fino a quando non si imbatterà in Giulia Casati, giornalista della redazione barese di un quotidiano nazionale.

Gli appuntamenti del 2022 sono fissati per l’11 e il 18 gennaio con altri due titoli. Anche in questo caso le presentazioni si terranno all’Officina degli Esordi, entrambe con inizio alle 18.00.

Martedì 11 gennaio 2022 sarà la volta di “In disaccordo. La canzone italiana contro la mafia (1971-2019)”, edito da Radici Future. Un testo che racconta il fenomeno mafioso nelle sue principali caratteristiche storico-sociali, con l’intento di far emergere soprattutto l’impegno antimafia nella musica con numerose canzoni, alcune delle quali poco note. È un lavoro di ricerca e di catalogazione di quasi duecento testi e non risparmia cenni di letteratura, cinema e teatro. Il volume è corredato da cinque interviste a gruppi ed a cantautori impegnati nel sociale.

A chiudere la rassegna, un libro pubblicato dalla Nuova Palomar: “Si può nascere ancora” di Raffaele Diomede in programma per martedì 18 gennaio 2022. L’autore, educatore professionale e coordinatore di comunità, vive e opera nella città di Bari e da più di vent’anni si dedica, nella lotta non repressiva al crimine organizzato e al concreto recupero sociale dei minori entrati nel circuito penale. Ha incontrato tanti ragazzi e ricorda dialoghi con gli sguardi che valgono più di tante parole. Il silenzio “parla” e l’ascolto del silenzio è un’arte paziente e tenace. La fiducia è il filo conduttore delle storie che si incrociano nel libro. Storie nelle quali i diversi sentimenti: emozione, rabbia, dolore, solitudine si compongono nella fiducia e nella speranza di cambiamento che questa fiducia genera.

Tutti gli incontri vedono la partecipazione del presidente della cooperativa Radici Future, Leonardo Palmisano. Gli incontri saranno moderati dai giornalisti Antonio Gelormini e Annamaria Minunno.

Il progetto FARE-Futuro d’autore è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.
www.conibambini.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.