Peppe Servillo e il Pathos Ensemble al Teatro van Westerhout di Mola di Bari danno vita a “Il Carnevale degli animali” di Camille Saint-Saëns per la Stagione dell’Agìmus

Domani, domenica 5 dicembre (ore 19.30), per la Stagione dell’Agìmus (Associazione Giovanni Padovano Iniziative Musicali) presso il Teatro van Westerhout di Mola di Bari, dopo la fortunata collaborazione per lo spettacolo Histoire du Soldat. Percorso a ritroso tra due guerre, il cantattore degli Avion Travel, Peppe Servillo, e il Pathos Ensemble composto da Silvia Mazzon al violino, Mirco Ghirardini al clarinetto e Marcello Mazzoni al pianoforte, propongono un nuovo concerto reading con testi di Franco Marcoaldi e le celebri musiche de Il Carnevale degli animali di Camille Saint-Saëns, il compositore francese del quale quest’anno ricorre il centenario della nascita.

I testi dello spettacolo sono tratti da Animali in versi, vincitore del Premio Brancati 2006, perché a differenza di Pierino e il lupo di Prokof’ev o Babar l’Elefantino di Poulenc, pagine anche queste per l’infanzia ma nate con un testo proprio da recitare, Il Carnevale degli animali è una composizione esclusivamente strumentale: una raccolta di quattordici brani attraverso i quali l’autore descrive in musica alcune specie zoologiche, anche con scopi didattici. «Interpreto un poeta che cerca di incarnare i versi degli animali che vivono vicino a noi, per darci una prospettiva diversa sul mondo che ci circonda», dice Servillo spiegando il bestiario realistico e fantastico di Marcoaldi, che coglie in modo sorprendente l’anima animale, così intimamente connessa con l’anima del mondo. E lo fa, come spiegano le note di presentazione del testo edito da Einaudi, con l’agio di una voce poetica capace di alternare il ritmo disteso della narrazione e improvvise accensioni aforistico-epigrammatiche, la semplicità dell’eloquio domestico e la riflessione morale. Servillo fa parlare in versi cani, gatti, fringuelli, lucertole, asini, tartarughe e molti altri esseri viventi, suscitando in chi li osserva una strana invidia: invidia per una vita animata da un’immediatezza a noi umani definitivamente preclusa, a cospetto della quale veniamo messi di fronte con distacco, attraverso un punto di vista differente sulla natura e una riflessione sull’attualità, a volte drammatica, e una poesia capace di farsi espressione del dubbio. Il Carnevale degli animali verrà introdotto da altre due pagine da camera di Saint-Saëns, la Danse macabre op. 40 per violino e pianoforte, per la quale l’autore s’ispirò a una poesia di Cazalis, e la Berceuse op. 80, anche questa per violino e pianoforte.

Lo spettacolo, nella parte conclusiva, si arricchisce di altri sorprendenti interventi di Peppe Servillo.

Biglietti 15 euro (ridotti 13 e 10 euro) acquistabili online su https://www.associazionepadovano.it/acquisto/

Info e Prenotazioni 368.568412 – 393.9935266

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.