Al Teatro Petruzzelli, l’atteso ritorno sul podio del direttore stabile Giampaolo Bisanti con il violino di Vadim Repin

Domani, venerdì 26 novembre alle ore 20.30, ci sarà l’attesissimo ritorno sul podio del direttore stabile della Fondazione Teatro Petruzzelli, Giampaolo Bisanti, che, nell’occasione, condurrà l’Orchestra del Teatro nonché il violinista Vadim Repin in qualità di solista.

Passione ardente con tecnica impeccabile, la poesia e la sensibilità sono le peculiarità Vadim Repin. Nato in Siberia nel 1971, ha iniziato a suonare il violino a cinque anni. Già nel 1987 è stato il più giovane vincitore del concorso più prestigioso ed esigente del mondo, il Concours Reine Elisabeth di Bruxelles. Da allora ha suonato con le più importanti orchestre, collaborando con direttori importanti quali Ashkenazy, Boulez, Chailly, Chung, Conlon, Dohnanyi, Dutoit, Eschenbach, Fedoseyev, Gatti, Gergiev, Jansons, Jurowski , Neeme e Paavo Järvi, Krivine, Levine, Luisi, Marriner, Masur, Mehta, Muti, Nagano, Ozawa, Rattle, Rozhdestvensky, Temirkanov, Thielemann e Zinman. In recital collabora regolarmente con Nikolai Lugansky e Itamar Golan; altri partner di musica da camera includono Martha Argerich, Evgeny Kissin e Mischa Maisky. La sua discografia comprende le registrazioni dei concerti per violino di Shostakovich, Prokofiev e Tchaikovsky per Warner Classics. Per Deutsche Grammophon ha inciso il Concerto di Beethoven con la Filarmonica di Vienna e Riccardo Muti, insieme alla Sonata a Kreutzer di Beethoven con Martha Argerich, il Concerto per violino e il Doppio Concerto di Brahms (Truls Mørk, violoncello) con l’Orchestra Gewandhaus di Lipsia e Riccardo Chailly, il trio di Tchaikovsky e il trio di Rachmaninov con Mischa Maisky e Lang Lang (che ha vinto l’Echo Classic) e opere di Grieg, Janacek e César Franck con Nikolai Lugansky, che ha vinto il Music 2011 BBC Award e il Premio Edison. È ideatore e direttore artistico del Transiberian Festival of the Arts che ha inaugurato la magnifica sala da concerto di Novosibirsk, con una nuova commissione, ‘Voci di violino’ di Benjamin Yusupov, e con performance con la prima ballerina Svetlana Zakharova. Repin suona il violino Stradivari ‘Rode’ del 1743.

In programma: Concerto n. 1, in sol minore, per violino e orchestra, op. 26 di Max Bruch, Introduzione e Rondò capriccioso, per violino e orchestra, op. 28 di Camille Saint-Saëns e Sinfonia n. 4, in Mi bemolle maggiore, WAB 104 di Anton Bruckner.

Biglietti in vendita al Botteghino del Teatro Petruzzelli (aperto dal lunedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00) e su www.vivaticket.it
Informazioni: 080.975.28.10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.