Frozan Safi, uccisa a Mazar in attesa di espatrio

Continua la barbarie della strage delle donne in Afghanistan. L’ultima, conosciuta in luogo di chissà quante sconosciute morte in silenzio, è Frozan Safi, attivista, in prima linea nelle proteste nella città di Mazar. Safi era sparita da settimane, ed è arrivata la conferma della sua uccisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.