Bahar Jalali contro la falsa tradizione del burqa

Bahar Jalali, storica afgano-americana che era tornata nel suo Paese di origine nel 2009, per la prima cattedra di studi di genere all’Università americana di Kabul, ha lanciato la campagna #DoNotTouchMyClothes, al fine di promuovere i veri abiti tradizionali afgani.

Non burqa che oscurano completamente la figura femminile, né hijab neri che la mortificano, bensì morbidi veli di chiffon che scoprono parzialmente i capelli, una ricca tradizione sartoriale fatta di colori vividi, perle, ricami, preziose tradizioni, che l’emirato talebano, in nome di una legge islamica di cui dà un’interpretazione oscurantista, vuole cancellare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.