A Radio Hamisha Bahr, le voci della disperazione

Sana Noori e Basira Murad sono conduttrici di una radio di Jalalabad, città principale dell’Afghanistan orientale, Radio Hamisha Bahr. Raccolgono le testimonianze disperate delle ragazze costrette dalle famiglie a contrarre matrimoni che non vogliono. Dalla presa di potere dei talebani, la loro forza si è indebolita. Non sono riuscite ad aiutare Rube, 18enne, promessa sposa in un matrimonio combinato, ma innamorata di un altro. Al fidanzamento ufficiale, Rube si è uccisa. Probabilmente non riusciranno ad aiutare Khatam Bibi, attivista 24enne, minacciata di morte via sms dai talebani, che le hanno dato le ore contate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.