Il sacrificio di Nicole Gee

La sua foto mentre cullava un neonato salvato su uno dei voli dei profughi dalla furia talebana in Afghanistan ha fatto il giro del mondo. Nel primo di una serie di attentati all’aeroporto di Kabul ha perso la vita, assieme ad altri dodici marines, Nicole Gee, 23 anni, sergente in servizio alla manutenzione con la 24th Marine Expeditionary Unit.

La sua foto, su Instagram, e il suo commento “Amo il mio lavoro”, sono la testimonianza di chi, come lei e come migliaia di donne e uomini di tante nazionalità, prima e insieme a lei, ha cercato di fare il proprio dovere a costo della sua stessa vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.