La fuga di Zahra Ahmadi e Atefa Ghafoory

Zahra Ahmadi è un’imprenditrice 32enne nel campo della ristorazione. Atefa Ghafoory è un’avvocata e giornalista. Sono unite dall’amicizia e dalla causa per cui lottano come attiviste: quella per i diritti delle donne.

All’avanzare della barbarie talebana sul territorio afgano, Zahra ha chiesto aiuto a suo fratello Hamed, tra i proprietari della catena Orient Experience, residente in Italia da molti anni. Grazie a un appello disperato, a una febbrile comunicazione e a una corsa verso l’aeroporto, le due donne sono salite su un volo assieme ad altre 202 persone, tra cui le ricercatrici della Fondazione Veronesi. Il volo è atterrato il 19 agosto.

Le parole di Atefa Ghafoory: “Lascio con rabbia questo Paese, ma grazie alla possibilità di venire in Italia ho la speranza che non sia tutto finito, di poter aprire altre porte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.