Proseguono in streaming i “Lunedì di Prosa con i classici del Teatro Abeliano” con “Nozze di sangue” di Federico Garcia Lorca per la regia di Vito Signorile

Un’altra indimenticabile produzione dei primi 50 anni di attività del Gruppo Abeliano (precisamente stagione teatrale 1999) sarà protagonista oggi, 10 maggio 2021 dello streaming gratuito consueto per i “Lunedì di Prosa con i classici del Teatro Abeliano” (alle ore 17:00 sulla pagina Facebook del Teatro Abeliano e in replica alle ore 21:30 anche su RadioPopIzzTv al canale 881 del digitale terrestre): Nozze di sangue di Federico Garcia Lorca per la regia di Vito Signorile.

A partire da un evento di cronaca della sua Andalusia, con “Nozze di sangue” García Lorca concepisce una tragedia classica in cui i contadini sono vittime di passioni dirompenti, divengono corpi sofferenti in azione, archetipi di una cultura universale dominata dall’incapacità di comunicare e giungere alla comprensione dell’altro, a causa di quella potenza oscura che ognuno porta dentro di sé, subdola e irresistibile. Questo dramma è forse la più intensa affermazione dell’universo tragico di Federico García Lorca, l’opera maggiormente pervasa da quell’ansia di rappresentare la scissione tra il fuoco di eros e lo strazio di thanatos, essendo l’uno lo sfondo indissolubile dell’altro.

Ad interpretare la pièce, tra gli altri, Tina Tempesta, Luciana Abbatista, Roberto Petruzzelli, Rocco Capri Chiumarulo, Maria Giaquinto, Antonella Genga, Franco Blasi ed Enzo Vacca; alle chitarre, Nando Di Modugno e Antonio Cucumazzo.

Tempi davvero gloriosi. Il Teatro Italiano era ancora nelle mani di attori e registi. Gli spettacoli piuttosto che con i numeri, le percentuali, i bordereau, fatti per accaparrarsi contributi pubblici, si allestivano con e per gli attori, per il pubblico e per l’Arte. Pensare che oggi qualcuno va proponendo di allestire “I Giganti della montagna” con due soli attori (sic!). Ben diciotto in questa edizione di Nozze di sangue! oltre i musicisti che eseguivano musica dal vivo. Notevoli anche i contributi di Francesco Capece per la Scena e i Costumi e di Gianni Giannotti per le Musiche originali e per quelle ideate per le canzoni che il sottoscritto scrisse per lo spettacolo.” (Vito Signorile) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.