Jordi Bernàcer, Nils Monkemeyer e Daniel Ottensamer chiudono un mese di grande musica in streaming della Fondazione Petruzzelli

Ancora due straordinari concerti per chiudere un altro mese della Stagione Concertistica della Fondazione Petruzzelli, trasmessi, come sempre, in straming.
Jordi Bernàcer dirigerà l’Orchestra del Teatro Petruzzelli in entrambi gli appuntamenti, da considerarsi ugualmente imperdibili grazie all’esecuzione dello splendido Concerto in La Maggiore per clarinetto e orchestra KV 622 di Wolfgang Amadeus Mozart, prima nella versione, presentata per la prima volta in Italia, per viola e orchestra sperimentata dal solista Nils Monkemeyer e, nel programma successivo, del medesimo concerto nella versione originale, affidata al clarinetto solista di Daniel Ottensamer.

Oggi, mercoledì 24 marzo alle ore 20.30, con solista Nils Monkemeyer (viola), il programma conterrà, oltre alla citata esecuzione del Concerto KV 622, che offrirà al pubblico un interessante approfondimento sonoro alla scoperta del capolavoro mozartiano, la Sinfonia n. 82, in Do maggiore, Hob: I: 82 di Franz Joseph Haydn e “L’ours” (L’orso) di Franz Joseph Haydn.
Lunedì 29 marzo, sempre alle ore 20.30, con solista Daniel Ottensamer (clarinetto), l’esecuzione originale del Concerto mozartiano sarà seguita dalla Sinfonia Mathis der Maler di Paul Hindemith.

Gli appuntamenti, come sempre fruibili gratuitamente sulle piattaforme digitali del Teatro (il canale Youtube Fondazione Petruzzelli, la pagina Facebook ufficiale Fondazione Teatro Petruzzelli e il sito www.fondazionepetruzzelli.it) resteranno disponibili per un mese; on line sul sito ufficiale, nella pagina dedicata ai singoli concerti, anche il pdf dei libretti di sala, scaricabili gratuitamente.

Jordi Bernàcer è dal 2015 Resident Conductor alla San Francisco Opera. Compie gli studi di flauto, direzione di coro e direzione d’Orchestra presso il Conservatorio “Joaquín Rodrigo” di Valencia. E’ stato assistente di Lorin Maazel, che l’invita nel 2007 come direttore associato al Castleton Festival in Virginia (USA). Collabora anche con Riccardo Chailly, Sir Andrew Davis, Valery Gergiev, Nicola Luisotti, Zubin Mehta, Georges Prêtre. Dirige frequentemente l’Orchestra Nazionale di Spagna, l’Orchestra Sinfonica della Radiotelevisione Spagnola, l’Orchestra della Comunità Valenciana le Sinfoniche di Barcelona, Galicia, Bilbao, Navarra, Asturias, Euskadi, Castilla y León, Murcia, Valencia, Tenerife, Comunità di Madrid, la Baden-Baden Philharmonie in una tornée in Bahrein con Plácido Domingo, l’Orchestra della Radiotelevisione Slovacca di Bratislava, le Orchestre del Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro San Carlo di Napoli, Massimo Bellini di Catania, San Francisco Opera, Los Angeles Opera, Teatro Mariinski di San Pietroburgo, Teatro Nazionale d’Ungheria, “Arturo Toscanini” di Parma nonché le orchestre da camera di Berlino, Praga e Qatar.

Nils Monkemeyer è rapidamente diventato uno dei violisti di maggior successo, in costante crescita. In esclusiva con Sony Classical, ha all’attivo una vasta discografia grazie a cui ha vinto i premi più prestigiosi. Il suo repertorio comprende opere dal XVIII secolo fino ai contemporanei. Tra le sue ultime pubblicazioni, brani di Walton, Bruch e Pärt registrati con i Bamberger Symphoniker e diretti da Markus Poschner, e l’album di musica da camera Baroque in cui reinterpreta in modo affascinante una serie di lavori da Bach fino alla musica francese contemporanea. Collabora con i direttori più celebri e le orchestre più prestigiose. Suona una viola Philipp Augustin.

Daniel Ottensamer tiene concerti con note orchestre nei più importanti teatri del mondo sia come solista, sia come musicista da camera, nonché nel suo ruolo di primo clarinettista della Filarmonica di Vienna. Ha collaborato con Daniel Barenboim, Angelika Kirchschlager, Barbara Bonney, Thomas Hampson, Bobby McFerrin, Krassimira Stoyanova, Heinrich Schiff, Julian Rachlin e l’Hagen Quartet. Tra le sue pubblicazioni, da menzionare la registrazione del concerto per clarinetto di WA Mozart con l’Orchestra del Mozarteum di Salisburgo. Nel 2019 è uscito “La Vie en Rose”, con una raccolta di brani francesi per clarinetto e orchestra, e nel 2020 una registrazione della Sonata di Brahms, orchestrata da Luciano Berio. E’ uno dei membri fondatori del Gruppo musicale “Philharmonix”, che copre un repertorio musicale dalla classica al jazz e dal klezmer al pop e allo swing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.