Riparte il “Festival Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film” con una nuova edizione Indoor: dieci imperdibili appuntamenti trasmessi in streaming da Mola di Bari

Lo storico Festival Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film inaugurerà domani, 16 gennaio 2021, una versione indoor. La cooperativa sociale I bambini di Truffaut, presieduta dal giornalista e scrittore Giancarlo Visitilli, ha organizzato una nuova edizione che si svolgerà a Mola di Bari, città in cui è nato il festival fiore all’occhiello della programmazione pugliese e nazionale, che concilia le passioni per il grande schermo con quella per il libro e che da undici anni gira le piazze e i castelli di Puglia portando cinema e letteratura con scrittori, attori, registi e professionisti del settore.

Del Racconto, il Film anche nella sua versione indoor si propone di unire all’offerta culturale la riflessione su una serie di temi e problematiche, selezionate e, in qualche modo, legate al territorio, locale e nazionale, con la possibilità anche di riflettere e confrontarsi con chi, a seconda degli ambiti, possa offrirne una testimonianza significativa. Il progetto è sostenuto da Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito della programmazione “Custodiamo la cultura in Puglia” e dal Comune di Mola di Bari, con la partnership di Apulia Film Commission e Fondazione Vincenzo Casillo.

Festival Cinema&Letteratura Del Racconto, il Film Indoor si svolgerà all’interno del Teatro Van Westerhout di Mola, nel rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, mentre la rassegna potrà essere seguita gratuitamente in streaming dal pubblico sulla pagina Facebook del festival (https://www.facebook.com/festivaldelraccontoilfilm) e sulla piattaforma MYmovies.it (in particolare il film presentato sarà trasmesso e visibile sulla piattaforma My Movies). Sulla pagina Facebook del festival di volta in volta sarà pubblicato il link di accesso gratuito per seguire gli eventi.

“Ci auguriamo di tornare al più presto a vivere la cultura in presenza, il rapporto diretto e senza filtri con gli autori è sempre stato la forze di questo festival. Grazie alla tecnologia, però, riusciremo a garantire la rassegna e l’interazione con il pubblico”, spiega Giancarlo Visitilli. E aggiunge: “Nel 2020 non eravamo nelle condizioni di organizzare e sostenere il festival, stiamo recuperando con questa versione indoor, che è a tutti gli effetti un’undicesima edizione e che non sostituirà quella estiva itinerante con il suo concorso”.

Dieci appuntamenti, uno per ogni sabato dal 16 gennaio in poi, a partire dalle ore 19.00. Ecco il programma del festival.
Si parte, come detto, il 16 gennaio con “Del Racconto, i Figli”: Romana Petri presenta il suo romanzo “Figlio del lupo”, pubblicato da Mondadori, dedicato alla figura di Jack London un uomo pieno di vitalità e molto tormentato. Il primo film in programmazione è un titolo a sorpresa.
Si continua il 23 gennaio con “Del Racconto, i Grandi”: Benedetta Centovalli presenta “Nella stanza di Emily”, pubblicato da Mattioli 1885, un viaggio per esplorare l’intimità nascosta tra le stanze della casa di una delle più grandi poetesse americane, Emily Dickinson. In programma l’incontro con il regista Paolo Licata e l’attrice Lucia Sardo per la visione del film “Picciridda con i piedi nella sabbia”, ispirato al romanzo di Catena Fiorello.
Il 30 gennaio per l’appuntamento “Del Racconto, i Padri” la scrittrice Claudia Durastanti presenta “La straniera”, romanzo pubblicato da La nave di Teseo, a seguire la visione del film “Il ladro di giorni” in compagnia del regista Guido Lombardi, un viaggio da Udine a Bari fa da cornice alla vicenda di un padre e un figlio che iniziano a conoscersi.
Del Racconto, Noi”: il 12 febbraio Paolo Berizzi presenta il libro “L’educazione di un fascista” (Feltrinelli), un viaggio inquietante nei luoghi e nei simboli del proselitismo della nuova Italia fascista che da Nord a Sud conquista soprattutto i ragazzi.
Il 19 febbraio per l’appuntamento “Del Racconto, la Resposabilità” ci sono Nicola Lagioia con il suo ultimo “La città dei vivi” (Giulio Einaudi Editore) e Giuseppe Bonito il regista di “Figli”, film di successo con Paola Cortellesi e Valerio Mastrandrea.
Il 26 febbraio non poteva che intitolarsi “Del Racconto, le colpe” l’appuntamento che vede protagonisti i genitori di Giulio Regeni e l’avvocatessa Alessandra Ballerini. A seguire la visione del film “Villetta con ospiti” di Ivano De Matteo.
Il 12 marzo ci sarà Donatella Di Pietrantonio autrice di “Borgo Sud” e Filippo Meneghetti che ha curato la regia del film “Due”.
Il 26 marzo “Del Racconto, chi rimane”: Yari Selvetella presenta “Le regole degli amanti” (Bompiani) e il film “Lontano lontano” di Gianni Di Gregorio.
Il Festival si avvia verso la sua conclusione il 16 aprile con “Del Racconto, la Violenza“: Paolo di Paolo presenta “Svegliarsi negli anni Venti” (Mondadori) abbinato al film , “Honey Boy” di Alma Har’el.
Ultimo appuntamento il 30 aprile con “Del Racconto, lo sguardo” con il film Pino di Walter Fasano, dedicato alla figura di Pino Pascali e lo spettacolo teatrale “Il codice del volo” di e con Flavio Albanese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.