“Awakening”, il primo album da solista del violinista, compositore e polistrumentista Federico Mecozzi, tra video e tour virtuale

Kinetic” vuole descrivere il generarsi e il diffondersi della pura energia fisica che nasce dal suono e si trasferisce nel nostro corpo, attraversandolo con una potenza incalcolabile, superiore alla nostra comprensione. E’ l’energia della musica…

Quella raccontata nel videoclip ufficiale di “Kinetic” è una delle piccole, preziose storie racchiuse da Federico Mecozzi nel suo ultimo album “Awakening” (prodotto da Cristian Bonato), un vero e proprio viaggio sonoro che racchiude e sintetizza le esperienze, i gusti e le contaminazioni sperimentate dall’autore in diversi anni di attività musicale, collaborazioni e viaggi. Un risveglio anche molto personale: con questo lavoro Federico Mecozzi vuole esprimere la totalità più intima della sua personalità artistica, attraverso un linguaggio che intreccia sonorità pop, etniche, classiche ed elettroniche.
 ”Awakening – sottolinea l’artista – è un risveglio in luoghi e tempi diversi, lontani ma vicini. È anche un po’ la mia soggettiva concezione di musica, priva di confini, categorie, etichette. Ogni brano rappresenta per me un momento o un luogo, o più momenti o più luoghi: sono storie, esattamente come le canzoni, che vorrebbero invitare chi ascolta a viaggiare, con la mente ma anche col corpo, attraverso ritmi ora ampi ora incalzanti“. 
A causa dell’emergenza COVID-19, l’Awakening Tour di Mecozzi programmato per l’anno corrente è stato annullato, ma il desiderio di vicinanza emotiva con gli ascoltatori e di condivisione del proprio universo musicale ha spinto Federico a ideare un format di esibizioni online dal titolo “Explorations”, un vero e proprio tour virtuale che andrà in onda sulle pagine social dell’artista a cadenza settimanale.
Il primo appuntamento live è previsto per il prossimo 9 dicembre.
L’album “Awakening” è disponibile su Spotify al seguente link: https://spoti.fi/3pWV0NJ

Nato a Rimini nel 1992, Federico Mecozzi evidenzia una precoce predisposizione con la musica: all’età di sei anni inizia a suonare la chitarra, di cui si serve fin da subito per scrivere canzoni. Partecipa giovanissimo ad alcuni prestigiosi concorsi cantautoriali, ottenendo notevoli risultati. A 12 anni intraprende il percorso accademico presso l’Istituto Musicale “G. Lettimi” di Rimini, dove studia violino sotto la guida del M° Domenico Colaci e, pochi anni dopo, intraprende gli studi di direzione d’orchestra guidato dal M° Gianluca Gardini; partecipa in seguito a corsi di perfezionamento nell’ambito della direzione sotto la guida del M° Piero Bellugi. Oltre all’intensa attività concertistica, si dedica da anni alla composizione e all’arrangiamento nell’ambito della musica leggera (pop), classica contemporanea e minimalista. Interpreta, inoltre, musica celtica e folklorica (della tradizione bretone, irlandese e scozzese). Polistrumentista, a partire dal 2009 collabora stabilmente con il celebre compositore e pianista Ludovico Einaudi, che affianca tuttora dal vivo in lunghe tournée nei più prestigiosi teatri e arene del mondo oltre che nella realizzazione dei dischi come musicista e assistente musicale. In studio di registrazione ha lavorato anche per Pacifico, Angelo Branduardi, Blonde Redhead, Remo Anzovino, Filippo Graziani, Andrea Mingardi ed è stato il più giovane direttore d’orchestra del Festival di Sanremo 2019, dirigendo l’orchestra dell’Ariston nell’esecuzione del brano “Nonno Hollywood” di Enrico Nigiotti. 
 
Sito Ufficiale: http://www.federicomecozzi.com 
Facebook: https://www.facebook.com/FedericoMecozziOfficial/ 
Instagram: https://www.instagram.com/federicomecozzimusic/
RED&BLUE MUSIC RELATIONS 
www.redblue.it – info@redblue.it 
Fb: RedBlueMusic
Ig:  redblue_musicrelations
Tw: RedBlue_Music

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.