Luci ed ombre dell’animo umano nella recente letteratura italiana sono il tema della rassegna “Equinozio d’autore” a Terlizzi

Prende il via domani, 17 settembre 2020, la prima edizione della rassegna editoriale “Equinozio d’autore”, progetto nuovo e sperimentale per temi e linguaggi con la direzione artistica dell’associazione culturale “Un Panda sulla Luna” e il MAT– Laboratorio Urbano di Terlizzinata con l’ambizione di mostrare luci e ombre dell’animo umano attraverso la letteratura, in una meridiana astratta scandita dal rumore delle pagine.

Primo appuntamento, come detto, domani, giovedì 17 settembre, con Gabriella Genisi e il suo ultimo noir “I Quattro Cantoni”. A dialogare con l’autrice sarà il Questore di Bari, Giuseppe Bisogno. 
Il libro è l’ottava indagine del commissario Lolita Lobosco, personaggio nato dalla penna della Genisi. Siamo a Bari, inizio di dicembre, mancano pochi giorni a San Nicola. Mentre la Lobosco e il suo nuovo amore Giancarlo Caruso si godono la notte in una casetta di pescatori a Polignano, nella vicina Torre a Mare un uomo viene ammazzato nella sua villetta; sul corpo saranno trovate tracce di orrende sevizie. La sera dopo, una Mercedes scura cerca di sfuggire a un posto di blocco e si schianta contro un muro: due uomini di etnia rom, padre e figlio, muoiono sul colpo. Quando si scopre che il dna di uno dei due era anche sulla scena del crimine, il caso sembra chiuso, ma l’origine etnica dei presunti assassini non fa che soffiare sul fuoco di un clima di odio e razzismo strisciante. Solo Lolita – che continua a dividere le sue passioni tra relazioni complicate, cucina del Sud e dedizione alla giustizia – non è convinta dell’esito delle indagini: alcuni dettagli non quadrano proprio. Tanto più che inspiegabili delitti, nelle settimane seguenti, cominciano a insanguinare la città. Un filo sembra legare queste morti misteriose, e la bella commissaria cercherà di dipanarlo a rischio della sua carriera, e della sua stessa vita. In una Puglia fascinosa e crepuscolare, va in scena una nuova avventura della spavalda poliziotta barese, che la consacra come originale protagonista della commedia noir all’italiana.

La rassegna prosegue venerdì 18 settembre con Francesco Carofiglio e il reading del romanzo finalista al Premio Bancarella 2020 “L’estate dell’incanto” in una conversazione condotta da Marina Losappio del Presidio del Libro “Barincittà”.

Sabato 19 settembreFlavia Piccinni e Carmine Gazzanni presentano “Sarah. La ragazza di Avetrana”. Un libro-Inchiesta che, a distanza di dieci anni dall’omicidio che sconvolse l’Italia, riaccende i fari su un caso giudiziario con aspetti ancora poco chiari. E che sta per diventare una serie televisiva diretta dal regista Pippo Mezzapesa.
In un dialogo a tre condotto da Antonella Gaeta, giornalista La Repubblica Bari. 

Domenica 20 Settembre, chiusura con il giornalista Paolo Borrometi, vice direttore dell’agenzia AGI, con il suo ultimo lavoro Il sogno di Antonio – storia di un ragazzo europeo”. Un libro con scritti inediti di Antonio Megalizzi, cronista radiofonico ucciso da un terrorista islamico nell’attentato di Strasburgo dell’11 dicembre 2018.
In un dibattito condotto da Giuseppe Volpe, già Procuratore della Repubblica di Bari, interverranno Piero Ricci, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia, e Don Angelo Cassano, referente del presidio cittadino “Libera” di Bari.

Tutti gli incontri si terranno presso il MAT– Laboratorio Urbano di Terlizzi (via Macello n.1) con inizio alle ore 20,00 e ad ingresso libero fino esaurimento posti.
Saranno rispettate tutte le normative di sicurezza anti – Covid con rilevazione della temperatura, distanziamento e mascherina obbligatoria.
Info: 331/1968984

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.