Fondazione Petruzzelli: arriva Sergej Krylov

La Fondazione Petruzzelli prosegue instancabilmente la sua programmazione post lockdown.
Venerdì 10, sabato 11, lunedì 13 e martedì 14 luglio 2020, sempre alle ore 19.30, Sergej Krilov, top star del panorama musicale internazionale, si esibirà nella doppia veste di solista e direttore dell’Orchestra della Fondazione Teatro Petruzzelli.
In programma: Concerto per violino e orchestra n. 5 in La maggiore K 219 di Wolfgang Amadeus Mozart, Concerto per orchestra d’archi di Nino Rota, Danze Popolari rumene di Béla Bartók.

I biglietti per i concerti, che avranno il prezzo simbolico di 5 euro, sono già in vendita esclusivamente on line su www.vivaticket.it .
Chi desidera accomodarsi in un posto vicino al proprio congiunto o ai propri familiari dovrà effettuare un unico acquisto specificando tutti i nominativi.
L’ordine di posto sarà assegnato dal personale di sala all’arrivo del pubblico in Teatro, nel rispetto delle norme di distanziamento a tutela degli spettatori.
Per l’ingresso a Teatro si richiede gentilmente di indossare la mascherina fino al raggiungimento del proprio posto.

Sergej Krylov è direttore musicale della Lithuanian Chamber Orchestra con la quale ama esplorare nel doppio ruolo di direttore e solista un repertorio molto ampio che spazia dal barocco alla musica contemporanea. Nato a Mosca in una famiglia di musicisti, Krylov ha iniziato lo studio del violino a cinque anni completando la sua formazione alla Scuola Centrale di Musica di Mosca. La sua discografia include registrazioni per EMI e Melodya, due dischi con Deutsche Grammophon, il Concerto per violino e orchestra di Ezio Bosso per Sony e il Concerto per violino Metamorphosen di Krzysztof Pendereck.
L’effervescente musicalità, il virtuosismo strabiliante come raffinato strumento sempre al servizio dell’espressività, l’intenso lirismo e la bellezza del suono sono solo alcuni elementi che hanno reso Krylov uno dei più rinomati artisti del panorama internazionale. Negli ultimi anni il violinista russo è stato ospite delle principali istituzioni musicali e ha collaborato con orchestre quali la Russian National Orchestra, la Filarmonica della Scala, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestre Philharmonique de Radio France, la Deutsche Symphonie-Orchester e la Budapest Festival Orchestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.