Domani Cinzia Tani presenta il suo libro “La capobanda” a Conversano

Gli adolescenti, il disagio, il bullismo, le fragilità, ma anche le rivalse e la forza dell’unione. Sono questi gli elementi al centro del secondo appuntamento del ciclo di incontri <<Lector tutto l’anno>>, incontri che accompagneranno il pubblico di Lectorinfabula alla prossima edizione del Festival.

Domani, sabato 29 febbraio 2020,  alle 18, nella Sala conferenze della Community Library, al I piano del Monastero di San Benedetto a Conversano, si compirà un viaggio nell’universo giovanile con la scrittrice Cinzia Tani e l’educatrice Rosy Paparella.

Un nuovo appuntamento della Community Library, la Biblioteca di comunità che verrà realizzata grazie al progetto “Granai del Sapere” presentato dalla Fondazione Di Vagno, con il Comune di Conversano, al bando SMART-IN Puglia sulle Community.

Protagonista del pomeriggio, l’ultimo libro di Cinzia Tani: “La capobanda” (Lisciani Libri). La storia di Clarissa e dei suoi amici, vittime – a scuola – di un gruppo di bulli.

Ragazzi e ragazze come gli altri, ma vulnerabili anche a causa delle loro fobie: il terrore di parlare in pubblico, la mania dell’ordine, la claustrofobia, la paura dello sporco, una particolare sensibilità ai rumori. Attraverso un amico speciale, Clarissa riesce a trasformare le paure dei suoi compagni in poteri e forma così una banda capace di superare qualsiasi cosa.

Cinzia Tani, scrittrice, giornalista e conduttrice radiotelevisiva, Cavaliere della Repubblica per meriti culturali, è stata anche autrice di una rubrica televisiva sui disturbi d’ansia. Le patologie che racconta nel libro e che nella storia hanno nomi e cognomi, sono le stesse che ha incontrato in questo percorso e che ha voluto raccontare da un altro punto di vista per dare ai lettori una via d’uscita. Perché c’è sempre una via d’uscita.

Si parla così di acluofobia (paura del buio), ataxofobia (paura del disordine e di ciò che non è simmetrico), clinofobia (paura di non risvegliarsi), fonofobia (paura dei rumori forti), agorafobia (paura degli spazi affollati), rupofobia (paura dello sporco) e glossofobia (paura di parlare in pubblico).

 
L’evento è supportato dalla Libreria Skribi Parole Suoni Cose di Elena Manzari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.