Tra inaugurazioni e nuove Stagioni teatrali, sono giorni intensi per il Teatro Pubblico Pugliese

Sono giorni molto intensi, se non convulsi, questi per l’attività del Teatro Pubblico Pugliese.

La festa per la riapertura del Teatro Piccinni si è appena conclusa e il teatro di prosa si riappropria del suo gioiello barese, così a lungo dormiente.
Per la Stagione teatrale 2019/2020 del Comune di Bari in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, dal 12 dicembre e fino al 15 dicembre (feriali: inizio ore 21; domenica: inizio ore 18) Isa Danieli e Giulia De Sio porteranno sul palco del Teatro appena restituito alla città Le signorine, di Gianni Clementi per la regia di Pierpaolo Sepe e con la voce di Sergio Rubini, una commedia che sa sfruttare abilmente la comicità che si cela dietro al tragico quotidiano, soprattutto grazie a due formidabili interpreti del nostro teatro, che trasformano i litigi e le miserie delle due sorelle in occasioni continue di gag e di risate.
In occasione dello spettacolo, il 13 dicembre alle 15.30 nell’aula IV del Palazzo Ateneo, per il percorso di formazione del giovane pubblico per la stagione teatrale 2019/2020 del Comune di Bari, è stato organizzato un incontro con le due attrici. Modera la professoressa Ines Ravasini, docente di Letteratura Spagnola.

Moni Ovadia e Dario Vergassola daranno il via a tre stagioni teatrali 2019/2020 in altrettanti Comuni pugliesi. Il loro tour inizierà l’11 dicembre da Aradeo (Teatro Domenico Modugno, ore 21) per proseguire a Putignano (12 dicembre, Teatro Sala Margherita, ore 21) e Torremaggiore (13 dicembre, Teatro Rossi, ore 21).
In Un ebreo, un ligure e l’ebraismo ci sarà l’incontro tra due filosofie e tra due modi di fare teatro e comicità. Il “saggio” Moni Ovadia terrà una specie di lezione sull’ebraismo e il suo umorismo a Vergassola che da buon ligure, per affinità vicino agli ebrei, cercherà di capirne l’essenza e cercherà di rilanciare dal suo punto di vista alla lezione del saggio Moni. Riusciranno i nostri eroi a trovare un punto di accordo? Riusciranno a trovare il legame tra un modo di fare umorismo nella tragedia storica degli ebrei, popolo dalle straordinarie storie e fantastici scrittori, e il modo di far sorridere con l’amarezza e il cinismo ligure?
In occasione dello spettacolo del 13 dicembre a Torremaggiore è stato organizzato un incontro per il pubblico con Dario Vergassola e Moni Ovadia.
L’appuntamento è alle 18.30 al teatro Rossi, prima dello spettacolo.

Inizia l’11 dicembre la stagione teatrale del Comune di Lecce – Teatro Pubblico Pugliese (Teatro Apollo, ore 21) con La scuola delle Mogli per la regia di Arturo Cirillo con Valentina Picello, Rosario Giglio, Marta Pizzigallo, Giacomo Vigentini.
In medesima data alle ore 12 nell’aula 7 Studium 6- Università del Salento – Studium 2000 è stato organizzato un incontro per il pubblico con Arturo Cirillo. Modera Francesco Ceraolo, docente Storia del Teatro. Interviene Fabiana Cicirillo, Assessore alla Cultura – Comune di Lecce.
La pièce sarà poi a Fasano (12 dicembre, teatro Kennedy, ore 21); Bisceglie (13 dicembre, teatro Politeama Italia, ore 21) e Manfredonia (14 dicembre, teatro comunale Lucio Dalla, ore 21).

L’11 e il 12 dicembre il Nuovo Teatro diretto da Marco Balsamo porta a Taranto (teatro Fusco, ore 21; ore 18) Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini con Draculada Bram Stoker, regia di Sergio Rubini.
Lo spettacolo si sposterà subito dopo a Barletta dal 13 al 15 dicembre (teatro Curci ore 21.15 feriali; 18.30 festivi).
Dopo il Grande Successo di “DELITTO/CASTIGO”, Sergio Rubini e Carla Cavalluzzi si cimentano ad una nuova riscrittura di un altro capolavoro della letteratura, probabilmente l’ultimo grande romanzo gotico, offrendoci l’opportunità di scoperchiare il mostro che si cela in ognuno di noi mettendoci a confronto con i nostri piú profondi e ancestrali misteri.

Il 10 dicembre inizia il tour pugliese di Non è vero ma ci credo con Enzo Decaro a Foggia (Teatro Giordano, stagione del Comune in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese), dove si ferma anche l’11 dicembre, sempre alle 21.
La celeberrima commedia in tre atti scritta da Peppino De Filippo nel 1952 sarà portata in scena da Enzo Decaro con Giuseppe Brunetti, Francesca Ciardiello, Lucianna De Falco, Carlo Di Maio, Massimo Pagano, Gina Perna, Giorgio Pinto, Ciro Ruoppo e Fabiana Russo.
Lo spettacolo si sposterà quindi a Melendugno (12 dicembre, teatro Nuovo Cimena Paradiso, ore 21), dove aprirà la stagione teatrale 2019/2020; a Gioia del Colle (13 dicembre, teatro Rossini, ore 21); a Bitonto (14 dicembre, Teatro Traetta, ore 21) e a Canosa (15 dicembre, teatro comunale Lembo, ore 21).
Il 13 dicembre, in occasione della replica a Gioia del Colle alle 19 nel foyer del teatro Rossini è in programma l’incontro con Enzo Decaro e la compagnia.
L’incontro è promosso dal Comune di Gioia del Colle e dal Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con la Galleria Nartist e il Magna Grecia Awards.
Il 15 dicembre l’attore e la compagnia incontreranno invece il pubblico di Canosa per il ciclo di Incontri Premia la Cultura.
L’appuntamento è alle 19 al teatro Lembo.

Info su: www.teatropubblicopugliese.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.