Il Tremiti Music Festival 2019 e l’arte di declinare il jazz.

Da giovedì 5 a sabato 7 settembre, lo splendido scenario delle isole Tremiti ospiterà la seconda edizione del Tremiti Music Festival, promosso da Regione Puglia e dalla locale Amministrazione Comunale, con l’organizzazione di Puglia Sounds/Teatro Pubblico Pugliese, che si avvale dell’ottima direzione artistica di Roberto Ottaviano.
Tre giorni dedicati al jazz e alle sue declinazioni nelle incontaminate oasi di San Nicola e San Domino, a largo del Gargano, con una speciale Marchin’Band, Tosques Scannapieco Quartet, Oxymoron, Rita Marcotulli & Israel Varela, Roberto Ottaviano Eternal Love, Mederic Collignon Jus de Bocse, Cesare Dell’Anna Tarantavirus Night (tutti gli appuntamenti ad ingresso gratuiti informazioni pugliasounds.it).

Si parte giovedì 5 settembre alle ore 19.00 al molo dell’Isola San Nicola con la Marchin’Band composta da Marco Campanale (batteria), Nicola Cozzella (sax contralto), Antonio Fallacara (trombone), Vincenzo Guerra (batteria) e Francesco Ludovico (sax tenore) per poi spostarsi alle 20.30 nella piazza Sandro Pertini dell’isola di San Domino per il concerto di Tosques – Scannapieco Quartet, Antonio Tosques (chitarra), Daniele Scannapieco (sax tenore), Alessio Busanca (hammond) e Luigi Del Prete (batteria), performance caratterizzata dai singoli ma soprattutto dall’interplay che si genera ad ogni concerto tra brani originali e rivisitazioni di famosi standards.
Alle 21.30 il concerto degli Oxymoron, Kathya West (voce e ‘mbira), Danilo Gallo (chitarra acustica), Alberto Zanini (chitarra acustica) e Roger Rota (ance), omaggio intimo e acustico alla musica dei Beatles e dei Rolling Stones.

Venerdì 6 settembre alle 20:30 all’Isola di San Domino sarà la volta di Rita Marcotulli & Israel Varela, rispettivamente pianoforte e batteria e voce, con il loro viaggio alla ricerca di quei suoni che sono alla base di tutta la storia del jazz passando per sonorità ritmiche del flamenco, arabo e della musica indiana.
Alle 21:30  in scena Roberto Ottaviano Eternal Love, Roberto Ottaviano (sax), Marco Colonna (clarinetti), Giorgio Pacorig (pianoforte), Giovanni Maier (contrabbasso) e Zeno De Rossi (batteria), omaggio all’Africa, alla sua cultura, alla sua musica e al suo popolo, in un’epoca di migrazioni e intolleranze razziali che sembra riportarci all’America degli anni ’50 e ’60, di Rosa Parks e Martin Luther King.

Infine sabato 7 settembre, sempre piazza Sandro Pertini Isola San Domino, alle ore 20:30 concerto di Mederic Collignon Jus de Bocse, Mederic Collignon (cornetta ed elettronica), Yvan Robillard (piano e tastiera), Emmanuel Harang (basso elettrico), Nicolas Fox (batteria), una martellata di  suoni e ritmi che fa aleggiare il verbo testimone della condizione umana contemporanea, tra la “Tribe Called Quest” e il “Gangstarr”, “The Roots” e il famoso “Doo Bop” di Miles e Mo’Bee, in un gioco con i groove e i loop improvvisati usando a volte le voci preziose di personalità del ventesimo secolo registrate qua e là, come battitori liberi senza tempo: Abbé Pierre, Camus, Chaplin ed altri.
Alle 21:30 nell’Isola di San Domino, grande chiusura con Cesare Dell’Anna Tarantavirus Night,  Cesare Dell’Anna (tromba), Roberto Ottaviano (sax), Irene Lungo (voce), Maria Mazzotta (voce), Fabio Accardi (batteria), Vince Abbracciante (hammond e synth), Stefano Valenzano (basso), Giuseppe Oliveto (trombone),  ritualità salentina che si trasforma e si rinnova in un progetto unico e pieno di fascino in cui l’elettronica e la musica tradizionale si fondono con sonorità fino ad oggi ancora mai esplorate, il jazz

Tutti i concerti sono a ingresso libero
Per info anagrafetremiti@libero.it
Per raggiungere le tremiti http://www.alidaunia.it/ – https://www.traghettiper-tremiti.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.