La danza in masseria: Gaeta e Pennacchia a Polignano a Mare per la rassegna “En plen air”

Proseguono gli eventi di EN PLEIN AIR, la lunga rassegna (luglio-ottobre 2019), ideata dall’associazione Bachi da Setola, che prevede workshop, incontri, concerti, performance e tante altre attività, nel suggestivo scenario della Masseria Giangrande (Contrada Pozzo Vivo – Polignano a Mare).
Domani, 6 settembre alle h.21, la manifestazione ospiterà la performance di due danzatrici del territorio pugliese: Alessandra Gaeta e Lucia Pennacchia.

DALLA MISURA DELLE STELLE 
di Lucia Pennacchia 
con la complicità di Lara Ferrulli, Donato Laborante e Clara Patella.
Performance di danza su poesie di Rainer Maria Rilke.
“Ah, non essere separati non esclusi, per minima parete dalla misura delle stelle.
Lo spazio in noi altro non è che intensità di cielo, solchi di uccelli, profondità di venti del ritorno.”

DITA DI MIELE
di Alessandra Gaeta
La donna protagonista di questa performance è duplice. Il riferimento è al tempo lungo della notte dei morti, quello della tradizione pugliese. Ogni anno, il 2 novembre, si imbandiva la tavola per i defunti con i cibi che la terra offriva e per permettere alle anime trapassate di goderne di nuovo. E’ su questa linea liquida tra mondo dei vivi e mondo dei morti che si tiene in equilibrio la donna duplice. Il miele, in particolare, lega primo e secondo quadro, collante di tutta la vicenda danzante. E’ l’elemento guida del percorso, un viaggio che riporta a galla i ricordi: con uno spogliarello sulle note di Giuni Russo, s’insabbia immobile il desiderio di andare ad Alghero, lei non c’andò mai. Quel miele, allora, sa di mare e arriva come soffio di vento, di memoria vetusta. Alcune posizioni e transizioni vedono il corpo immerso in più livelli: desideroso di emergere dalla malinconia del rimpianto e di essere in quelle Bahamas della Sardegna, ancheggiando come una suicide girl hawaiana. Le calze del primo incontro, quelle fucsia spento, il costume da bagno ancora nuovo, la candela di nonna Concetta, il vento che la spegne e il dissolversi nel tempo. Nel tempo lungo della notte dei morti, una donna emerge da una vita passata e di quella rivive rimpianti, sogni, desideri. A veicolare il viaggio, il miele sapore dolce del ricordo e le note di una vecchia canzone che parla di mare.

Per gli altri eventi della rassegna visita il sito http://www.bachidasetola.it/

Per info e prenotazione obbligatoria: 3382191221 – 3495982047 – 3289589982

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.